Galleria d'arte Online - La casa degli artisti emergenti
Carrello Checkout 0
0,00 €

Silvana Iafolla

Silvana Iafolla

Il quadro è costruito nei termini della coerenza e dell'equilibrio, la composizione è come
uno spartito, in cui si ordinano ed armonizzano le parti solide e la luce. Motivo del
dipingere, per Silvana Iafolla, è la natura, ma talvolta compare anche la figura umana. A
questo ultimo proposito si può vedere un mezzo busto muliebre, col volto dall'espressione
dolce e pensosa, che, alla maniera di certi ritratti rinascimentali, offre nello sfondo la veduta
articolata di una città. L'elemento che attrae in modo particolare l'artista è l'acqua. Ricorrono
sulle tele i corsi dei fiumi, il mare e i loro colori sono sempre diversi, infatti nella realtà
variano col passare delle stagioni e anche delle ore. Le superficie delle acque sembrano
respirare la luce, sono gli specchi dei cieli, intonano musiche che si perdono nello spazio.
Risultano molto godibili quelli azzurri e celesti che salgono dalle profondità cupe, che poi si
stemperano, quindi trascorrono verso le fantasie delle ombre, per frangersi e scivolare nei
fremiti della spuma. Soprattutto a fiore dell'acqua i colori hanno vibrazioni, lo diceva Emil
Nolde, come di campane le quali annunciano felicità e passione. Ogni dipinto è una sosta
nella contemplazione. I paesaggi di questo artista, realizzati col linguaggio della sincerità
che viene dalla tradizione e chiede doti esercitate, sono invitanti, propongono evasioni
piacevoli nei silenzi alti, nella bellezza ariosa dei colori. Questi quadri cantano la solitudine
e fanno compagnia. I valori cromatici culminano in sonorità diffuse. Le loro luci ora si
modulano nelle variazioni degli impasti, ora si distendono nella poesia delle lontananze.
Cieli e mari, alberi e case sulla collina sono motivi concreti dipinti da mano abile. Essi
comunque ed in primo luogo rappresentano i paesaggi interiori, traducono nelle forme e nei
colori l'intensità delle emozioni. (Critico d'arte Franco Ruinetti da Praxis Artistica 2007)
Hanno scritto di lei, oltre a Franco Ruinetti, Giovanni Zavarella, Lillo Cicero, Lepri,
D'Atanasio, Delfine, Levi, Monacchia, Duprè.
E' apparsa su Praxis, Elite, Il Quadrato, Il Tirreno, L'Eco di Begamo, La Nazione, Il
Giornale dell'Umbria, Il Corriere dell'Umbria, L'Eco dell'Umbria, La Voce, Il Rubino Rai,
Telecasa, Tele Bergamo, Tele Fornari, Retesole, Umbria Tv.
L'artista, abruzzese di nascita, vive e lavora a Bastia Umbra, ha al suo attivo centinaia di
personali, collettive ed estemporanee, nelle quali spesso ha riportato premi, segnalazioni,
menzioni e notazioni critiche lusinghiere. Ricordiamo V Rassegna Internazionale d' Arte
Contemporanea “BIDART”, Bergamo '92; Personale Galleria ABACO, Torino '96, Premio
“Trofeo David di Michelangelo”, per meriti artistici, Valle Camonica '96; Concorso “San
Valentino” XXX^ edizione, Terni 2000, opera premiata; CIAO UMBRIA, Bastia Umbra
2001, opera premiata; II^ Biennale Internazionale, Taskent (Uzbekistan), 2003
(partecipazione su invito del Ministero della Cultura); Estemporanea CAVALCATA DI
SATRIANO, Nocera Umbra 2004, sesto premio; Seconda Estemporanea di Pittura, Spina di
Campello 2004, opera premiata; Concorso Internazionale di Pittura e Scultura “Sezione
Maestri Italiani”, Barletta 2004, artista segnalato; Estemporanea “Premio San Michele”
Bastia Umbra 2007, primo premio; Festival Internazionale di Sofia (Bulgaria),
partecipazione a invito; Premio Nazionale Quacquarini 2008, Bastia Umbra, terzo premio;
Mostra Ufficiale del Carnevale di Venezia 2010, partecipazione ad invito; Estemporanea
Nazionale Marcellano 2015, primo premio.
Le sue opere fanno parte di collezioni private in Italia e all'estero.

Mostra come Griglia Lista

10 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina
Mostra come Griglia Lista

10 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina