Galleria d'arte Online - La casa degli artisti emergenti
Carrello Checkout 0
0,00 €

Alan Sandei

Alan Sandei

Dal culto di Dioniso al tragediografo Tespi, fino al visionario, moderno, surrealista
contemporaneo Sandei. Lo stile scultoreo o plastico del modellato evoca le maschere del
teatro greco antico.
La forma cava della bocca presente in alcuni volti modellati dal Sandei è caratteristica, e si
collega alla funzione che aveva, di amplificazione della voce degli attori greci che erano
con questo sistema uditi da tutto il pubblico presente ad una commedia teatrale di genere
grottesco, per associazione, oggi si deve connettere al messaggio dell’ innovativo,
drammatico e modernissimo Sandei che deve essere percepito da tutti i veri intenditori
d’arte.
Le facce tipiche rappresentate nelle sue opere, ricordano le maschere tristi delle tragedie,
l’espressione più compiuta della tragicità dell’artista, notare che in Sandei quelle allegre
sono assenti perché la realizzazione delle sue creature comportano una sofferenza
particolare per l’artista e quest’ultima la vuole trasmettere all’osservatore.
Le sue opere riproducono le fattezze di volti caricaturali e demoniaci che evocano i
drammi interiori del nostro tempo. Sono statue che hanno varie funzioni: alcune sono
simboliche, allegoriche e rappresentano personaggi con stati d'animo diversi, altre sono
provocatorie e aggressive. Nel materiale che usa Sandei si presentano le condizioni che
permettono la malleabilità, la massa presenta un grado di plasticità che consente all’artista
di modificarne e deformarne la forma fino al raggiungimento della massima espressività
del dramma.
Nel modellato di Alan, la giusta temperatura rende malleabili i materiali mantenendo un
sufficiente livello di coesione, la drammaticità delle espressioni, nella fase plastica può
essere sagomata esercitando una pressione funzionale all'obiettivo prefissato,
aumentando prima la plasticità poi la fluidità.
L'idratazione che caratterizza i materiali argillosi, consente l’impasto gestito dall’artista per
ricercare l'effetto drammatico e plastico inusuale per i canoni estetici tradizionali.
Alan Sandei non è interessato al corrotto mondo dell’arte è solitario, intimo e assente dai
social.
Forza e potenza drammatica, in momenti o espressioni di un'opera d'arte, sono i contenuti
del Sandei impegnato a trasmettere un messaggio di allarme esistenziale sociale e
individuale con uno stile plastico personale, noto solo ad una cerchia di acquirenti che
amano, apprezzano e investono su di lui, specialmente spagnoli, francesi e tedeschi.
Essi si rendono immediatamente conto che le sue sculture creano la parvenza spaziale di
una realtà immateriale, ma percepibile.
Senza l’interpretazione profonda e sentita, come quella di Alan Sandei la modellazione è
soltanto un fenomeno fisico, ossia l'idratazione che è accompagnata da reazioni chimiche.
Sandei è l’esponente di una raffigurazione plastica di intensa e contenuta drammaticità
che evidenzia modellando forme che penetrano in fondo all’essenza vitale dell’uomo fino a
rendere le sue figure scheletriche e a volte monche.
Con riferimento ad avvenimenti e condizioni della vita reale, singola o collettiva, in Sandei
la realtà mostra un carattere di estrema e preoccupante gravità. Non possiamo
nasconderci.

Mostra come Griglia Lista

7 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina
Mostra come Griglia Lista

7 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina