Ferrazza Sergio

"Troppe strutture abitative, tutte uguali, limitano il nostro spazio fisico e mentale. La mia ricerca mi porta indietro nel tempo, quando le grandi opere architettoniche si ergevano maestose dando spazio alla bellezza e alla creativita' dell'uomo. Nelle mie opere gli obelischi svettano verso il cielo alla ricerca di una liberta' negata. Intervengo poi con dei lampi di colore per spegnere il grigiore del cemento che soffoca la nostra citta' Sergio Ferrazza nasce a Roma nel 1951, figlio d ' arte, mostra fin dall ' adolescenza uno spiccato talento per la pittura e la scultura. Si diploma Scenotecnico all ' eta' di venti anni. La manualita' e una spiccata vena creativa lo portano a sperimentare materiali e forme innovative. Negli anni Settanta e Ottanta, giovanissimo, avvia la sua attivita' professionale collaborando alla realizzazione di importanti rappresentazioni teatrali al Quirino, al Valle, all'Eliseo e nei piu' importanti teatri della capitale. Parallelamente continua a confrontarsi con il suo io piu' profondo, elaborando la realta` del suo immaginario, chiuso nello studio del padre Cesare Ferrazzo, che dal 1960 ha aperto, a Monteverde, la sua bottega artigiana, tramandando la sua esperienza al figlio che continua ancora oggi nella stessa sede storica. Oltre al teatro prosegue nelle sue collaborazioni con importanti produzioni cinematografiche, cinema e fiction, affiancando nella sua attività i fratelli Vanzina e i fratelli Muccino. Collabora con Tonino Zero per la realizzazione di opere come "La Piovra", "Bartoli l'intramontabile" e "Togliatti". Tra il 2005 e il 2010 realizza l'allestimento per le mostre di Niki Borghese all'Ambasciato Belga e all'Ambasciata di Romania, di Nino La Barbera a Palazzo Venezia e di ernesto Lombardo alla Biblioteca Nazionale. Nel 2011 realizza la scenografia per il Musical "La Magnolia Bianca”. Dagli anni Settanta e Ottanta partecipa a parecchie mostre collettive vincendo il secondo posto alla Rassegna Roma 70, premiato dal Sindaco Darida. Negli anni Ottanta partecipa ad altre mostre collettive a Milano in una rassegna di Pitton, vincendo il primo premio "Arti Informoli" altra rassegna di arte Sacra ,viene insignito della medaglia d'oro a Sovano. Mostra personale nel 2010 al Museo Arco della Pace, Chiostro del Bramante.